Geomatico

Blaise Perruchoud

blaise_perruchoud_01

Lei lavora per swisstopo. Qual è il ruolo di quest’ufficio del DDPS?

Il nostro ufficio offre a pubblico e professionisti geodati precisi e aggiornati del territorio svizzero tramite un confronto incrociato di informazioni, immagini aeree o misurazioni sul campo.

Come è giunto ad occupare il suo posto e quali sono i suoi compiti?

Ho seguito un tirocinio di quattro anni in geomatica e attualmente lavoro come geomatico – topografo 3D al modello topografico del paesaggio (MTP). Questa attività si può svolgere anche come cartografo o con una formazione equivalente. Il mio lavoro consiste nel digitalizzare in 3D oggetti come strade ed edifici tramite immagini aeree. Stiamo costruendo una Svizzera virtuale!

Sulla base delle immagini aeree digitali e del modello altitudinale « swissALTI3D », che mostra la copertura del suolo (senza abitazioni e senza vegetazione), aggiungiamo degli oggetti come edifici, vegetazione, strade, corsi d’acqua, copertura del suolo, trasporti pubblici (treni, tram, ecc.) e altre informazioni importanti e degne d’interesse. L’evoluzione delle nuove macchine fotografiche per foto aeree e dell’apparecchiatura informatica ci permette una precisione sempre maggiore.

Qual è l’aspetto che preferisce del suo lavoro?

Il settore cartografico in generale mi ha sempre interessato per il numero di informazioni e la precisione che è in grado di fornire e anche per il modo in cui vengono ottenuti questi dati. Sono comunque convinto che il fatto di aggiungere la terza dimensione in futuro verrà sempre più apprezzato. Ciò consentirà di gestire molte informazioni.

Come pensa che evolveranno le carte topografiche nei prossimi 20 anni?

Il progresso della tecnologia è talmente rapido che è difficile fare previsioni a lungo termine. Credo però che questi dati saranno sempre più completi e che ci saranno delle novità. Penso che presto sarà possibile ottenere facilmente delle proiezioni in tre dimensioni da tutti gli utenti per la pianificazione del territorio, la gestione di progetti, la gestione delle zone a rischio per la protezione della popolazione e altro ancora...

Ultima modifica 21.11.2016

Inizio pagina