Guardia di confine

Avere quella tenacia, avere quella grinta sufficiente ad ottenere quello che si vuole nella vita.

Il fatto di conoscere persone che arrivano da altre parti del mondi questo è quello che piace di più del suo lavoro ad Athos Capoferri, guardia di confine e sostituto capoposto a Chiasso. Lavora vicino al confine e pertanto a stretto contatto con i problemi di immigrazione. Può essere un lavoro anche pericoloso perché si può avere a che fare anche con criminali, occorre quindi essere concentrati. Tra i consigli di Athos c'è quello di «amare tutto incondizionatamente, perché l'amore rende felici. Avere quella tenacia, avere quella grinta sufficiente ad ottenere quello che si vuole nella vita.»

 

 

 

 

 

 

Ultima modifica 04.08.2017

Inizio pagina