Pianificatrice sezione Pianificazioni federali

5 domande, 5 risposte: Laëtitia Béziane

Laetitia Béziane

La Sua funzione in tre parole?
Coordinamento. Territorio. Trasporti.

Lei è pianificatrice. È il mestiere che ha sempre sognato di fare?
Onestamente no. Quando avevo 14 anni volevo diventare professoressa di letteratura francese o di filosofia in Germania. È grazie allo studio delle scienze ambientali, parallelamente agli studi di filosofia, che mi sono interessata alla pianificazione del territorio.

Perché lavora per l’Amministrazione federale?
Sono molto legata al concetto di servizio pubblico e alla possibilità di operare a favore della collettività. Apprezzo il fatto di poter lavorare senza subire troppo la pressione economica perché questo mi permette di avere un margine più ampio di manovra per elaborare riflessioni di fondo. L’Amministrazione federale offre prospettive interessanti di formazione continua e nel contempo permette di conciliare la vita privata con quella professionale. Questo per me è un aspetto molto importante in quanto sono molto attiva nel campo del volontariato.

Quali sono i punti di forza dell’ARE che desidera far conoscere meglio?
L’ARE gestisce compiti complessi su diverse scale di progetto e pianificazione. Esso si assume la responsabilità della ponderazione degli interessi legati allo sviluppo delle infrastrutture e alla protezione dell’ambiente e del paesaggio. È un interlocutore privilegiato per i pianificatori cantonali e degli agglomerati. L’ARE costituisce altresì un osservatorio sullo sviluppo territoriale, ragion per cui conta un numero elevato di analisti competenti. Inoltre, la maggior parte dei collaboratori è in grado di esprimersi correttamente in una seconda lingua ufficiale e si impegna a farlo.

Se dovesse lasciare l’ARE cosa rimpiangerebbe maggiormente?
I miei colleghi. Ho la possibilità di lavorare quotidianamente con persone che apprezzo molto. Ciò mi permette di relativizzare e di essere più paziente quando alcuni fascicoli si rivelano più difficili del previsto. Il clima di lavoro è complessivamente molto piacevole e ogni giorno mi rendo conto di quanto sia fortunata a poter lavorare in simili condizioni.

Ufficio federale dello sviluppo territoriale ARE

Ultima modifica 19.04.2016

Inizio pagina